Street food al Gambero Rosso

img_8843

Qualche giorno fa ho avuto la fortuna di partecipare al corso di cucina sullo street food presso il Gambero Rosso, con il mitico chef Max Mariola.

Sono stata felice e mi sono divertita come una bambina ad un parco giochi. Lo chef è stato simpatico e disponibile niente a che vedere con quegli chef che, forse per obblighi di scena, gestiscono le cucine come fossero caserme punitive. Max Ci ha insegnato, consigliato e ha corretto i nostri errori scherzando e facendoci capire che ci vuole tempo per imparare, anche solo ad affettare bene una cipolla.

Il tema del corso era lo Street food, il cibo da strada, quello informale che si mangia passeggiando per uno spuntino veloce, quello da condividere con gli amici, quello che più di ogni altro racconta un territorio perché ogni città ha il suo: dalle costolette di vitello alla Valdostana della Valle D’Aosta a pane e panelle o pane con  la meuza di Palermo, passando per Firenze con il panino al Lampredotto o le zeppole e i panzerotti di Napoli.

Per il corso abbiamo preparato:
Panino con la trippa alla romana, Baccalà e carciofi, Brie fritto con composta di pomodoro.
Oggi vi racconto la mia preferita, quella che ha un ingrediente che fa parte della cucina tradizionale della mia città.

Panino con la trippa romana



Ingredienti:

1 kg di trippa pulita e tagliata
1 carota
1 costa di sedano
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
1 bicchiere di vino bianco o rosso da tavola
4 o 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
80 gr. di Pecorino Romano
2 rametti di mentuccia Romana
400 gr di polpa di pomodoro
sale q.b.
4 ciabatte rustiche

Procedimento:
Per preparare la pulizia della trippa alla romana cominciate dalla pulizia della stessa, quindi riponetela in uno scolapasta e sciacquatela per bene sotto l’acqua corrente, dopodichè lasciatela scolare; intanto preparate il trito aromatico sbucciando la carota e tagliandola a cubetti, fate lo stesso con il sedano privandolo dei ciuffetti, e ancora con la cipolla privandola della buccia, e se non gradite il sapore intenso eliminate anche il cuore.
In una casseruola versate l’olio extravergine d’oliva insieme al trito aromatico di sedano, carota e cipolla e poi aggiungete anche lo spicchio d’aglio sbucciato lasciate insaporire qualche istante a fiamma viva e infine la trippa.
Versate il vino bianco e lasciate sfumare completamente, aggiustate di sale e di pepe e infine aggiungete la polpa di pomodoro, mescolate il tutto e lasciate cuocere per 2 ore, non ci sarà bisogno di coprire o aggiungere acqua, poichè la trippa rilascerà i succhi durante la cottura.
Trascorsa la prima ora di cottura aggiungete le foglioline di mentuccia e continuate a cuocere. Dopo due ore di cottura la trippa è pronta.
Mettete all’interno del panino caldo con un’abbondante spolverata di pecorino romano sopra.

img_8847

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...